Reading Time: 4 minutes

Ciao straniero!

Bentornato nel mio blog 🤓

Quando ho iniziato a studiare fotografia a Barcellona ho capito subito che le regole di composizione fotografica sarebbero diventate mie grandi amiche. Il mio occhio è favorevole alla composizione geometrica e allo studio dei pesi, ma chiunque può attenersi a queste regole per creare delle immagini ben costruite!

Perché devi conoscere le regole compositive?

Molto semplice, sono proprio quelle le regole che ti permettono di direzionare l’occhio del consumatore verso il tuo prodotto!

Le regole compositive sono infinite, ma ce ne sono tre che uso costantemente e che ritengo fondamentali.

Se scorri verso il basso le scoprirai tutte, insieme all’aiuto di queste immagini con i prodotti di Mario Lorenzin!


La regola dei terzi

La regola dei terzi – Shampoo e olio al radicchio di Mario Lorenzin

La regola dei terzi è sicuramente la regola di composizione fotografica più conosciuta. La realtà è che questa regola è la più antica e veniva già usata anche durante il rinascimento nelle arti visive.

Passiamo alla parte pratica: la regola dei terzi spiega che è necessario dividere tramite 4 linee la nostra fotografia. Due verticali e due orizzontali (dette anche linee di forza). Queste linee devono dividere la nostra fotografia in nove identici riquadri.

Quello che però ci interessa sono i punti di intersezione di queste linee, anche detti fuochi o punti di forza. Questi punti indicano dove l’occhio del consumatore si sofferma di più rispetto alle parti laterali o centrali della fotografia stessa.

Sarà proprio in questi punti di forza che dovrai inserire gli elementi fondamentali della tua composizione!

Alcune macchine fotografiche e perfino alcuni dei nostri smartphone prevedono l’opzione di inserire questa griglia in modalità live. Sarà molto facile vedere dove dovrai posizionare il tuo prodotto!

Nell’immagine qui sotto puoi vedere la griglia di suddivisione con i suoi punti di forza 👇


Le Diagonali

Le diagonali fanno parte della categoria delle linee guida per la composizione fotografica. Tra queste ci sono anche le linee verticali, orizzontali e curve.

Le diagonali però sono le più interessanti. Queste linee permettono all’occhio del consumatore di leggere meglio l’immagine.

Come funziona questa magia?

Queste linee producono all’interno dell’immagine energia e movimento e permettono al fotografo di indirizzare l’occhio in una determinata direzione: verso il prodotto!

Nell’immagine qui sotto puoi vedere la suddivisione con le diagonali e la direzione di lettura 👇

Le diagonali – Shampoo organico Bellezza al radicchio di Mario Lorenzin

La simmetria

La simmetria – Shampoo organico Bellezza al radicchio di Mario Lorenzin

La simmetria fa parte di quelle regole compositive semplici da applicare nelle immagini che realizziamo tutti i giorni.

Questa tecnica permette al fotografo di creare delle immagini di grande equilibrio, armonia e ritmo.

Nonostante sia una tecnica semplice la simmetria ci pone davanti ad un quesito: parliamo semplicemente della riproduzione specchiata di una delle due metà della foto?

Assolutamente no, l’immagine di questo capitolo usa la tecnica della simmetria speculare, ma non è l’unico modo!

La simmetria può essere bilaterale: tenendo un soggetto al centro possiamo trovare una simmetria ai lati della figura.

Havana, Cuba – Steve McCurry

La simmetria può anche essere radiale, quando le immagini simmetriche ruotano su un’asse curvilinea.

Hazrat Ali Mosque, Mazar-e Sharif, Afghanistan – Steve McCurry

Insomma la simmetria si può creare in diversi modi, sta alla tua creatività capire come!


Se non te la senti di creare le tue immagini da solo rivolgiti ad un professionista!

Se vuoi collaborare con Elisyde basta scrivermi qui sotto 👇



Questo lavoro è stato creato per scopi personali.

Se vuoi sapere di più sui prodotti di Mario Lorenzin puoi scoprirli sul loro sito qui!

Lascia un commento